F A R E A P P A L T I

caricamento in corso....

Disapplicazione art. 89, comma 1, D.Lgs. 50/2016 – Avvalimento

L’INTERPRETAZIONE DELL’ART. 89 COMMA 1, NELLA PARTE RIFERITA ALLE DICHIARAZIONI MENDACI DELL’IMPRESA AUSILIARIA E ALL’AUTOMATICO EFFETTO ESPULSIVO CHE NE DERIVA, NON TROVA MARGINI DI POSSIBILE COMPONIMENTO CON I PRINCIPI PREVALENTI DEL DIRITTO COMUNITARIO ED IMPONE LA CONSEGUENTE DISAPPLICAZIONE DELLA DISPOSIZIONE NAZIONALE. Cons. St., Sez. III, 02.12.2021, n. 8043 “…L’esclusione dell’RTI … è stata determinata dalla

Requisiti di esecuzione – Autorizzazione preventiva per la spedizione rifiuti

LA DIRETTIVA 2014/24 DEVE ESSERE INTERPRETATA NEL SENSO CHE OSTA A CHE UN’OFFERTA SIA RESPINTA PER IL SOL MOTIVO CHE IL CONCORRENTE, AL MOMENTO DELLA PRESENTAZIONE DELL’OFFERTA, NON FORNISCE LA PROVA DI UNA CONDIZIONE DI ESECUZIONE DELL’APPALTO. CGUE, Sez. IX, 08.07.2021, N. C-295/20 “...Alla luce delle considerazioni che precedono, si deve rispondere alla prima questione

Disapplicazione limite subappalto

ELLE IPOTESI DI PROCEDURE SOPRASOGLIA COMUNITARIA I LIMITI AL SUBAPPALTO DEVONO ESSERE DISAPPLICATI, IN QUANTO INCOMPATIBILI CON L'ORDINAMENTO EURO-UNITARIO

Appalti pubblici e criteri di aggiudicazione

LA STAZIONE APPALTANTE NON PUO’ RICHIEDERE AD UN CONCORRENTE LA PROVA, SIN DAL DEPOSITO DELL’OFFERTA, DI DISPORRE DI UNA REGISTRAZIONE O DI UN RICONOSCIMENTO RICHIESTI DALLA NORMATIVA APPLICABILE ALL’ATTIVITÀ OGGETTO DELL’APPALTO PUBBLICO DI CUI TRATTASI E RILASCIATA DALL’AUTORITÀ COMPETENTE DELLO STATO MEMBRO DI ESECUZIONE DELL’APPALTO, OVE SIANO GIÀ IN POSSESSO DI UNA REGISTRAZIONE O UN