F A R E A P P A L T I

caricamento in corso....

Incongruità base asta – Immediatamente escludente. Lunghezza operazioni gara.

TRA LE CLAUSOLE DA CONSIDERARE IMMEDIATAMENTE ESCLUDENTI RIENTRANO, INFATTI, ANCHE QUELLE CHE PREVEDONO UN IMPORTO A BASE D’ASTA INSUFFICIENTE ALLA COPERTURA DEI COSTI. LA LUNGHEZZA DELLE OPERAZIONI DI GARA NON PUÒ TRADURSI, CON CARATTERE DI AUTOMATISMO, IN EFFETTO VIZIANTE DELLA PROCEDURA CONCORSUALE TAR Campania Napoli, Sez. VIII, 30.03.2022, n. 2117 Il ricorrente, gestore uscente del

ANAC – Violazione termine conclusione procedimento sanzionatorio (180 giorni)

L’ESERCIZIO DI UNA POTESTÀ SANZIONATORIA, DI QUALSIVOGLIA NATURA, NON PUÒ RESTARE ESPOSTA SINE DIE ALL’INERZIA DELL’AUTORITÀ PREPOSTA AL PROCEDIMENTO SANZIONATORIO, CIÒ OSTANDO AD ELEMENTARI ESIGENZE DI SICUREZZA GIURIDICA E DI PREVEDIBILITÀ IN TEMPI RAGIONEVOLI DELLE CONSEGUENZE DEI COMPORTAMENTI TAR Lazio Roma, Sez. I, 30.03.2022, n. 3594 Rileva il Collegio, in linea con quanto già sinteticamente

Ipotesi di Conflitto interesse

L’IPOTESI DI CONFLITTO D’INTERESSI DEVE ESSERE SUPPORTATA DA ELEMENTI DA ELEMENTI CONCRETI, SPECIFICI ED ATTUALI» E, CON RIFERIMENTO ALL’ART. 42, COMMA 2, CHE, «PER LE SUE DESCRITTE CARATTERISTICHE FUNZIONALI, LA DISPOSIZIONE IN PAROLA È QUINDI DA INTENDERSI COME NORMA LATO SENSU “DI PERICOLO”, IN QUANTO LE MISURE CHE ESSA CONTEMPLA (ASTENSIONE DEI DIPENDENTI) O COMPORTA

ANAC – Annotazione puntuale e esatta

L’ANNOTAZIONE DEVE ESSERE RIPORTATA IN MANIERA PUNTUALE ED ESATTA; CIÒ, AL DUPLICE FINE DI FORNIRE LA CORRETTA INDICAZIONE IN ORDINE AL FATTO POTENZIALMENTE ESCLUDENTE E DI TUTELARE L’INTERESSE DEL SOGGETTO ANNOTATO A CHE VENGA ISCRITTA UNA NOTIZIA “UTILE” MA RIPORTATA NEI SUOI EFFETTIVI CONTORNI GIURIDICO-FATTUALI. TAR Lazio Roma, Sez. I, 28.03.2022, n. 3437 Sul punto,

Illegittima composizione commissione di gara – dimostrazione incapacità commissari

PUR NON ESSENDO RICHIESTA L’ARTICOLAZIONE DI UNA VERA E PROPRIA PROVA DI RESISTENZA È NECESSARIO QUANTO MENO ARGOMENTARE CHE L’ATTRIBUZIONE DEI PUNTEGGI SIA DIPESA DALLA NON ADEGUATA CAPACITÀ DEI COMMISSARI Cons. St., Sez. III, 28.03.2022, n. 2253 Di contro, fondati si rivelano gli ulteriori rilievi a mezzo dei quali l’appellante ripropone le eccezioni di inammissibilità

Accesso atti – Principio conoscibilità progressiva. Giudizio di sussunzione.

L’ACCESSO NELLE GARE È RETTO DAL PRINCIPIO DELLA C.D. “CONOSCIBILITÀ PROGRESSIVA” DELLA DOCUMENTAZIONE DI GARA, REGOLATA DA PRECISE SCANSIONI TEMPORALI VOLTE A CONTEMPERARE LE RAGIONI DELL’ACCESSO CON L’ESIGENZA DI ASSICURARE IL REGOLARE SVOLGIMENTO DELLE PROCEDURE SELETTIVE. LA SUSSISTENZA DEI PRESUPPOSTI LEGITTIMANTI L’ACCESSO IN CAPO AL CONCORRENTE (“GIUDIZIO DI SUSSUNZIONE O DI CORRISPONDENZA” DELLA SITUAZIONE GIURIDICAMENTE

Motivazione ammissione – Non necessaria – Eccezione.

LA STAZIONE APPALTANTE DEVE MOTIVARE PUNTUALMENTE LE ESCLUSIONI, E NON ANCHE LE AMMISSIONI, SE SU DI ESSE NON VI È, IN GARA, CONTESTAZIONE. TALE REGOLA E’ DESTINATA A SUBIRE ECCEZIONE NEL CASO IN CUI LA PREGRESSA VICENDA PROFESSIONALE DICHIARATA DAL CONCORRENTE PRESENTI UNA PREGNANZA TALE CHE LA STAZIONE APPALTANTE NON POSSA ESIMERSI DA RENDERE ESPLICITE

Falsa dichiarazione – Esclusione non va disposta se la stessa non è resa dal concorrente.

L’INTERPRETAZIONE LOGICA DELLA DISPOSIZIONE CONDUCE A RITENERE CHE L’ART. 80, COMMA 5, LETT. F-BIS) DEL CODICE DEGLI APPALTI RIGUARDI I PARTECIPANTI ALLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO DI QUESTI ULTIMI E NON GIÀ LE IMPRESE DETENTRICI DI IMPIANTI DAGLI STESSI INDICATI PER IL CONFERIMENTO FINALE DELLE QUANTITÀ DI FANGHI RICEVUTE DALLA STAZIONE APPALTANTE; TAR Puglia Bari, Sez.

DL 21.03.2022, N. 21

Misure urgenti per contrastare gli effetti economici e umanitari della crisi ucraina. Pubblicato il D.L. n. 21 marzo 2022, n. 21 (misure urgenti per contrastare gli effetti economici e umanitari della crisi ucraina.), contenente norme in materia di contratti pubblici. In particolare, il Governo ha anticipato i summenzionati interventi, e segnatamente: Anticipazione delle risorse del

Decreti penali di condanna opposti – Vanno dichiarati quali possibili illeciti professionali

NON V’È DUBBIO CHE DINANZI AD UNA SPECIFICA DISPOSIZIONE DELLA LEX SPECIALIS, I DECRETI PENALI, ANCHE SE OPPOSTI, COSTITUIVANO FATTI RILEVANTI DA DICHIARARE, IN QUANTO AFFERENTI A IPOTESI DI REATI IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO, DI DIRITTO AMBIENTALE, SOCIALE E DEL LAVORO, VIOLAZIONI CHE CERTAMENTE RIENTRANO NELLE CASISTICHE INDICATE DALL’ART. 80, C.