F A R E A P P A L T I

caricamento in corso....

Mancata indicazione costi manodopera subappaltatori o personale non a tempo pieno – Esclusione.

L’AGGIUDICATARIA, PERÒ, NON HA INDICATO I SINGOLI COSTI DELLA MANODOPERA, COMUNQUE AFFERENTI ALLA COMMESSA E RIFERIBILI AI SERVIZI SUBAPPALTATI O SVOLTI DA PERSONALE NON ADIBITO A TEMPO PIENO NELLA ESECUZIONE DELL’APPALTO. TALI RILIEVI AVREBBE DOVUTO COMPORTARE L’ESCLUSIONE DELL’AGGIUDICATARIA PER AVER NON AVER ASSOLTO ALL’OBBLIGO PREVISTO DALL’ART. 95, COMMA 10, DEL CODICE DEI CONTRATTI PUBBLICI E

Criteri on/off – Legittimità. Non devono rappresentare maggior parte punteggio complessivo.

LA VIOLAZIONE DELL’ART. 95 DEL CODICE DEI CONTRATTI PUBBLICI VA ESCLUSA A MAGGIOR RAGIONE QUANDO I CRITERI ON/OFF NON RAPPRESENTANO LA MAGGIOR PARTE DEL COMPLESSIVO PUNTEGGIO TECNICO NEI CASI IN CUI PARTE DEI CRITERI DI VALUTAZIONE SONO TABELLARI ED ATTENGONO AD ELEMENTI QUALITATIVI DELL’OFFERTA PREVEDENDO LA GRADUAZIONE DEI PUNTEGGI IN RANGE RAGIONEVOLMENTE AMPI, TALI ASSICURARE UN EFFETTIVO CONFRONTO CONCORRENZIALE

Accesso difensivo – Ostensione atti e segretezza dell’offerta

IN MANCANZA DELLA SPECIFICA INDICAZIONE DI QUALI PARTI DELL’OFFERTA COSTITUISCANO IN CONCRETO SEGRETO COMMERCIALE O INDUSTRIALE, RISULTA PERTANTO EVIDENTE COME LA DISCIPLINA LIMITATIVA DI CUI ALLE PREVISIONI DELL’ART. 53, 5° COMMA LETT. A) E 6° COMMA DEL D.LGS. 18 APRILE 2016 N. 50 RISULTI INAPPLICABILE. IL C.D. DIRITTO DI ACCESSO AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI, OGNI QUALVOLTA

Eterointegrazione – Limiti. White List – in assenza di previsione nella lex specialis, no requisito di partecipazione.

L’ETERO-INTEGRAZIONE DELLA LEX SPECIALIS, POTENDO ANCH’ESSA – ALLA PARI DI UNA LEX SPECIALIS DALLA FORMULAZIONE OSCURA – FRUSTRARE LE ESIGENZE DI CERTEZZA E CONOSCIBILITÀ DELLE CONDIZIONI DI PARTECIPAZIONE E L’AFFIDAMENTO DEI PARTECIPANTI ALLA LORO COMPLETEZZA ED ESAUSTIVITÀ, COSTITUISCE EVENIENZA DEL TUTTO ECCEZIONALE, DA LIMITARSI ALLE IPOTESI IN CUI SI INDIVIDUI UNA VERA E PROPRIA “LACUNA” NELLA DISCIPLINA DI GARA,

ATI – indicazione parti di servizio. Errore materiale contenuto nell’offerta – soccorribile.

È ONERE DELLA STAZIONE APPALTANTE, IN PRESENZA DI ERRORE MATERIALE NELLA FORMULAZIONE DELL’OFFERTA, DI RICERCARE L’EFFETTIVA VOLONTÀ DEL CONCORRENTE, COME NEL CASO IN CUI, MEDIANTE IL RICORSO AD UNA MERA OPERAZIONE MATEMATICA, EFFETTUATA SULLA BASE DEGLI ALTRI ELEMENTI CONTENUTI NELL’OFFERTA ECONOMICA, SI POSSA PROCEDERE ALLA CORREZIONE DELL’ERRORE MATERIALE STESSO; CIÒ TANTO PIÙ QUANDO LA CORREZIONE

ATI -perdita SOA in corso di gara – legittima la modifica riduttiva nel caso in cui gli altri componenti possiedono comunque i requisiti richiesti

A FRONTE DEL VENIR MENO DI UN REQUISITO PARTECIPATIVO QUALE UNA CERTIFICAZIONE SOA, LA STAZIONE APPALTANTE DEVE ASSEGNARE ALLA SQUADRA UN TERMINE PER L’EVENTUALE MODIFICA RIDUTTIVA DELLA PROPRIA COMPAGINE E, NELL’IPOTESI DI VERIFICA POSITIVA IN ORDINE ALLA SUSSISTENZA DELLA QUALIFICA IN CAPO ALLE IMPRESE RIMANENTI, CONSENTIRE AL R.T.I. DI RIPRENDERE LA GARA, MENTRE, IN CASO

Project Financing – La fase di individuazione del proponente non è soggetta alle medesime regole delle procedure ad evidenza pubblica

LA FINANZA DI PROGETTO, AI SENSI DELL’ART. 183 D.LGS. N. 50/2016, CONSENTE ALLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI DI REALIZZARE OPERE E SERVIZI TRAMITE L’UTILIZZO DI RISORSE ALTERNATIVE RISPETTO A QUELLE PUBBLICHE, FACENDO AFFIDAMENTO SULLA CAPACITÀ DEL SOGGETTO PRIVATO DI EFFETTUARE INVESTIMENTI E DI GESTIRE L’OPERA O IL SERVIZIO OVVERO ENTRAMBI. SULL’AMMINISTRAZIONE INCOMBE L’ONERE DI PROCEDERE AD UNA VALUTAZIONE

Conflitto interessi – Accertamento basato su prove specifiche

NEL SETTORE DEI CONTRATTI PUBBLICI L’IPOTESI DEL CONFLITTO DI INTERESSI NON PUÒ ESSERE PREDICATA IN ASTRATTO, MA DEVE ESSERE ACCERTATA IN CONCRETO SULLA BASE DI PROVE SPECIFICHE. SI RICHIEDE IN ALTRI TERMINI CHE LA MINACCIA ALLA SUA IMPARZIALITÀ E INDIPENDENZA NEL CONTESTO DELLA PROCEDURA DI APPALTO O DI CONCESSIONE EX ART. 42, COMMA 2, D.LGS.

Cessione ramo d’azienda e pendenze fiscali – Trasferimento acquirente

IL CONTRATTO DI CESSIONE O DI AFFITTO D’AZIENDA DETERMINA L’AUTOMATICO TRASFERIMENTO ALL’ACQUIRENTE (O ALL’AFFITTUARIO) DI TUTTI I RAPPORTI COMPRESI NEL COMPLESSO AZIENDALE, SIA ATTIVI CHE PASSIVI NEI QUALI L’AZIENDA STESSA O IL SUO RAMO SI SOSTANZIA, COME SI EVINCE DALLA LETTURA DEGLI ARTT. 2558 – 2562 DEL CODICE CIVILE. IN BASE AL PRINCIPIO GENERALE UBI COMMODA