F A R E A P P A L T I

caricamento in corso....

Fornitura beni di un determinato marchio – Principio di equivalenza – Obbligo motivazione

L’art. 68, comma 4, d.lgs. n. 50/2016 prevede che «Le specifiche tecniche consentono pari accesso degli operatori economici alla procedura di aggiudicazione e non devono comportare direttamente o indirettamente ostacoli ingiustificati all’apertura degli appalti pubblici alla concorrenza». Il comma 6 dispone poi che non si possa far riferimento a marchi «salvo che [le specifiche tecniche che ne fanno

Principio di equivalenza. Materiale difforme.

LA CARENZA DEI REQUISITI DI IDONEITÀ DELLA PRESTAZIONE OFFERTA INDICATI NELLA LEGGE DI GARA CONFIGURA IL VENIR MENO DI UN ELEMENTO ESSENZIALE ALLA FORMAZIONE DELL’ACCORDO CONTRATTUALE, ESSA COSTITUISCE CAUSA DI ESCLUSIONE PUR IN DIFETTO DI UN’ESPRESSA PREVISIONE, COME RIBADITO DALL’UNIVOCA GIURISPRUDENZA CHE HA ESCLUSO CHE DEPONGA IN SENSO CONTRARIO “LA CIRCOSTANZA CHE LA LEX SPECIALIS

Principio equivalenza – Obbligo per la stazione appaltante

IL PRINCIPIO DI EQUIVALENZA TROVA APPLICAZIONE INDIPENDENTEMENTE DA ESPRESSI RICHIAMI NEGLI ATTI DI GARA O DA PARTE DEI CONCORRENTI, IN TUTTE LE FASI DELLA PROCEDURA DI EVIDENZA PUBBLICA; L’ART. 68, COMMA 7, D.LGS. N. 50/2016 NON ONERA I CONCORRENTI DI UN’APPOSITA FORMALE DICHIARAZIONE CIRCA L’EQUIVALENZA FUNZIONALE DEL PRODOTTO OFFERTO, POTENDO LA RELATIVA PROVA ESSERE FORNITA CON QUALSIASI

Requisiti essenziali offerta. Prodotti recente immissione in commercio e ultima generazione – Differenza. Principio di equivalenza.

OGNIQUALVOLTA LA DISCIPLINA DI GARA PREVEDA CHE I PRODOTTI OFFERTI DAI CONCORRENTI IN GARA SIANO DOTATI DI CARATTERISTICHE INTEGRANTI CON CERTEZZA QUALITÀ ESSENZIALI DELLA PRESTAZIONE, LA DIFFORMITÀ DELL’OFFERTA SI RISOLVE INFATTI IN UN VIZIO CHE GIUSTIFICA DI PER SÉ L’ESCLUSIONE DALLA PROCEDURA, ANCHE NEL SILENZIO DELLA LEX SPECIALIS; E SOLO NEL CASO IN CUI L’EFFETTIVA PORTATA

Principio di equivalenza. Non applicabile al monte ore lavorativo

IL PRINCIPIO DI EQUIVALENZA NON HA UN AMBITO DI APPLICAZIONE GENERALIZZATO, DOVENDOSI RITENERE LO STESSO NON OPERANTE CON RIFERIMENTO AI REQUISITI MINIMI COMUNQUE IMPOSTI DALLA LEX SPECIALIS: «LADDOVE L’AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE SI LIMITI A PRESCRIVERE CARATTERISTICHE TECNICHE BEN PRECISE DELL’IMPIANTO DA REALIZZARE, AVENDO DI MIRA LO SCOPO A CUI ESSO È DESTINATO E NON GLI SPECIFICI PRODOTTI

Principio di equivalenza – Dichiarazione prodotto equivalente.

QUANDO LA STAZIONE APPALTANTE SI SIA AVVALSA DELLA FACOLTÀ DI DEFINIRE DIRETTAMENTE LE SPECIFICHE TECNICHE IN TERMINI DI PRESTAZIONI O DI REQUISITI FUNZIONALI OVVERO ABBIA OPTATO PER IL RICHIAMO A SPECIFICHE TECNICHE CODIFICATE, L’OPERATORE ECONOMICO È SEMPRE AMMESSO A PROVARE, CON OGNI MEZZO, CHE LE SOLUZIONI PROPOSTE OTTEMPERINO IN MANIERA EQUIVALENTE AI REQUISITI PRESCRITTI OVVERO

Equivalenza – dimostrazione onere concorrente

L’ONERE DI DIMOSTRARE L’EQUIVALENZA GRAVA SUL CONCORRENTE CHE INTENDA AVVALERSI DELLA CLAUSOLA DI EQUIVALENZA TRA I PRODOTTI E NON PUÒ ESSERE DEMANDATA ALLA STAZIONE APPALTANTE TAR Sicilia Palermo, Sez. I, 01.02.2022, n. 365 “…L’onere di dimostrare l’equivalenza però grava sul concorrente che intenda avvalersi della clausola di equivalenza tra i prodotti e non può essere

Prodotto materiali differenti – Non equivalente

L’OFFERTA DI UN PRODOTTO REALIZZATO CON UN MATERIALE DIFFERENTE DA QUELLO ESPRESSAMENTE SELEZIONATO DALLA STAZIONE APPALTANTE NON PUO’ RITENERSI EQUIVALENTE TAR Lazio Roma, Sez. III Quater, 17.01.2022, n. 472 “…La ricorrente, in sostanza, deduce l’illegittimità del bando laddove prevede che la fornitura ha a riguardo solo contenitori di plastica collabile e non anche contenitori di

Equivalenza dei beni offerti – Limiti applicativi

IL GIUDIZIO DI EQUIVALENZA DEI BENI OFFERTI NON PUO’ AVERE ESITO POSITIVO IN CASO DI BENI ONTOLOGICAMENTE DIVERSI. TAR Lazio Roma, Sez. III Quater, 04.10.2021, n. 10129 “…La lex specialis, con riferimento al lotto 1A (relativo alla fornitura di cinque apparecchi per anestesia alta fascia), prevede nel documento :“dettaglio della fornitura”, l’offerta per “ventilatore con

Equivalenza – dimostrazione sin dall’offerta

IL CONCORRENTE DEVE DIMOSTRARE SIN DALLA PRESENTAZIONE DELL’OFFERTA L’EQUIVALENZA DEI PRODOTTI OFFERTI. TAR Campania Napoli, Sez. II, 12.07.2021, n. 4808 “…si applica, pertanto, il consolidato orientamento secondo il quale l’offerta di ogni concorrente deve essere conforme sin dal principio alle caratteristiche tecniche previste nella disciplina di gara, atteso che difformità, anche parziali, si risolvono in