F A R E A P P A L T I

caricamento in corso....

ATI Mista – Requisiti mandataria sub-raggruppamento orizzontale in misura maggioritaria. CGUE, 28 aprile 2022, C- 642/20

CON SENTENZA EMESSA POCHI GIORNI FA, LA CORTE DI GIUSTIZIA (CORTE DI GIUSTIZIA UE, SEZ. IV, SENTENZA 28 APRILE 2022, C-642/20, CARUTER SRL) HA RITENUTO OSTATIVA ALLA CORRETTA APPLICAZIONE DELLA DIRETTIVA APPALTI N. 2014/24/UE LA DISCIPLINA NAZIONALE CONTENUTA NELL’ART. 83, COMMA 8, D.LGS. N. 50 DEL 2016 IL QUALE IMPONE ALL’IMPRESA MANDATARIA DEL RTI DI

Costi manodopera – Indicazione su base giornaliera e non annuale. Ammissibilità.

NON SI TRATTA DI UNA OMISSIONE SANZIONABILE CON L’ESPULSIONE DALLA GARA, POSTO CHE IL DATO ANNUALE È PRESENTE, SICCHÉ NON PUÒ DIRSI VIOLATA LA PREVISIONE DI CUI ALL’ARTICOLO 95, COMMA 10, D.LGS. N. 50/2016. NÉ SI PUÒ AFFERMARE CHE LA INDICAZIONE DEL SOLO COSTO ORARIO DELLA MANODOPERA POSSA RITENERSI INADEGUATO A CONSENTIRE ALLA STAZIONE APPALTANTE IL

Offerta tempo pari al 100% – Irrealizzabile. Inammissibile.

UN’OFFERTA CON TEMPI MOLTO CONTENUTI RISPETTO A QUELLI PREVISTI DAL BANDO DI GARA È DI PER SÉ DA PREMIARE IN QUANTO MIGLIORATIVA, MA SE I TEMPI SONO COSÌ CONTENUTI DA RENDERE DEL TUTTO IRREALISTICO IL LORO RISPETTO, ALLORA L’OFFERTA NON È PIÙ MIGLIORATIVA MA DIVENTA TECNICAMENTE IMPOSSIBILE, E PERTANTO VA SANZIONATA ANZICHÉ PREMIATA. PIÙ RECENTEMENTE,

Illeciti professionali. Motivazione ammissione – Non sempre necessaria

SE PUÒ AMMETTERSI UNA MOTIVAZIONE IMPLICITA DI NON GRAVITÀ DEI FATTI CONTENUTI NELLA DICHIARAZIONE RESA DALL’OPERATORE ECONOMICO LADDOVE IL FATTO SEGNALATO SIA UNICO O COMUNQUE RIVESTA IN SÉ MANIFESTAMENTE IL CARATTERE DELLA NON GRAVITÀ O DELLA NON RILEVANZA, LO STESSO NON PUÒ DIRSI DI FRONTE AD UNA NUTRITA SERIE DI ELEMENTI DA VALUTARE; IN TALI

Appalti di servizi e ATI – Corrispondenza quote di partecipazione e esecuzione. La relativa disciplina rimessa alle disposizioni della lex specialis della gara

RESTA CONFERMATO L’ORIENTAMENTO DELLA GIURISPRUDENZA AMMINISTRATIVA SECONDO IL QUALE DOPO LA SENTENZA DELL’ADUNANZA PLENARIA 28 APRILE 2014, N. 27 NON PUÒ DUBITARSI CHE, NEGLI APPALTI DI SERVIZI E FORNITURE, NON VIGE PIÙ EX LEGE IL PRINCIPIO DI NECESSARIA CORRISPONDENZA TRA LA QUALIFICAZIONE DI CIASCUNA IMPRESA E LA QUOTA DELLA PRESTAZIONE DI RISPETTIVA PERTINENZA, ESSENDO LA RELATIVA DISCIPLINA

Anomalia offerta – congruità costo manodopera

LO SCOSTAMENTO DEL COSTO DEL LAVORO RISPETTO AI VALORI RICAVABILI DALLE TABELLE MINISTERIALI NON COMPORTA UN AUTOMATICO GIUDIZIO DI INATTENDIBILITÀ DELL’OFFERTA, TALE SCOSTAMENTO DIVIENE RILEVANTE AI FINI DEL COMPLESSIVO GIUDIZIO QUANDO SIA CONSIDEREVOLE E PRIVO DI ADEGUATA GIUSTIFICAZIONE TAR Veneto, Sez. III, 24.05.2022, n. 782 “…Passando al profilo centrale della vicenda, giova ricordare, in linea

Sopravvenuta perdita SOA mandante. Possibilità modifica in riduzione ATI

LA MODIFICA SOGGETTIVA DEL RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO DI IMPRESE, IN CASO DI PERDITA DEI REQUISITI DI PARTECIPAZIONE DI CUI ALL’ART. 80 D.LGS. 18 APRILE 2016 N. 50 (CODICE DEI CONTRATTI PUBBLICI) DA PARTE DEL MANDATARIO O DI UNA DELLE MANDANTI, È CONSENTITA NON SOLO IN SEDE DI ESECUZIONE, MA ANCHE IN FASE DI GARA, IN TAL

Requisiti essenziali offerta. Prodotti recente immissione in commercio e ultima generazione – Differenza. Principio di equivalenza.

OGNIQUALVOLTA LA DISCIPLINA DI GARA PREVEDA CHE I PRODOTTI OFFERTI DAI CONCORRENTI IN GARA SIANO DOTATI DI CARATTERISTICHE INTEGRANTI CON CERTEZZA QUALITÀ ESSENZIALI DELLA PRESTAZIONE, LA DIFFORMITÀ DELL’OFFERTA SI RISOLVE INFATTI IN UN VIZIO CHE GIUSTIFICA DI PER SÉ L’ESCLUSIONE DALLA PROCEDURA, ANCHE NEL SILENZIO DELLA LEX SPECIALIS; E SOLO NEL CASO IN CUI L’EFFETTIVA PORTATA

Mancata indicazione costi manodopera subappaltatori o personale non a tempo pieno – Esclusione.

L’AGGIUDICATARIA, PERÒ, NON HA INDICATO I SINGOLI COSTI DELLA MANODOPERA, COMUNQUE AFFERENTI ALLA COMMESSA E RIFERIBILI AI SERVIZI SUBAPPALTATI O SVOLTI DA PERSONALE NON ADIBITO A TEMPO PIENO NELLA ESECUZIONE DELL’APPALTO. TALI RILIEVI AVREBBE DOVUTO COMPORTARE L’ESCLUSIONE DELL’AGGIUDICATARIA PER AVER NON AVER ASSOLTO ALL’OBBLIGO PREVISTO DALL’ART. 95, COMMA 10, DEL CODICE DEI CONTRATTI PUBBLICI E

Criteri on/off – Legittimità. Non devono rappresentare maggior parte punteggio complessivo.

LA VIOLAZIONE DELL’ART. 95 DEL CODICE DEI CONTRATTI PUBBLICI VA ESCLUSA A MAGGIOR RAGIONE QUANDO I CRITERI ON/OFF NON RAPPRESENTANO LA MAGGIOR PARTE DEL COMPLESSIVO PUNTEGGIO TECNICO NEI CASI IN CUI PARTE DEI CRITERI DI VALUTAZIONE SONO TABELLARI ED ATTENGONO AD ELEMENTI QUALITATIVI DELL’OFFERTA PREVEDENDO LA GRADUAZIONE DEI PUNTEGGI IN RANGE RAGIONEVOLMENTE AMPI, TALI ASSICURARE UN EFFETTIVO CONFRONTO CONCORRENZIALE